Monthly Archives: novembre 2016

  • -

La coerenza degli assenti

Category : Comunicati stampa

La scarsissima adesione di pubblico e di azionisti al teatrino pubblico organizzato dalle istituzioni vicentine conferma la linea tenuta da tutte le associazioni rappresentative del territorio, degli azionisti e del NO A QUESTA CATASTROFE.

Riteniamo necessario che su questa questione che distrugge più di 2 miliardi di risparmi veneti e 10 miliardi di risparmi italiani si debba essere più seri, più coerenti.

Ci auguriamo che le prossime iniziative istituzionali tengano soprattutto conto della compagine del NO alla SPA e a questo disastro che si doveva non solo prevedere, ma evitare.


  • -

Grazie a tutti

26 novembre 2016

RINGRAZIAMO TUTTI coloro che con la loro NON PRESENZA hanno trasformato in un FLOP l’incontro su BPVI di oggi 26/11 al Teatro Comunale di Vicenza organizzato in pompa magna da amministrazione e istituzioni vicentine escludendo le associazioni di piccoli-azionisti.

Così, mezza vuota, si presentava la sala del comunale a un minuto dall’inizio dell’evento.


  • -

Il solito teatrino all’italiana

Succede a Vicenza, solo a Vicenza. Sabato 26 al teatro comunale si consuma il secondo atto di quella che è nata come la commedia della popolare di Vicenza trasformata, per i piccoli azionisti, in vera tragedia e oggi arrivata a farsa.

L’amministrazione e le istituzioni vicentine organizzano un incontro al teatro dove vengono, di fatto, escluse le associazioni di medio-piccoli azionisti più rappresentative e invitano invece quelle associazioni che, con il loro voto, hanno contribuito alla disastrosa situazione attuale.

Il solito teatrino all’italiana che serve a ciarlare e basta per salvare la faccia alla politica e alla casta.

il non-invito ufficiale

il_non_invito

 


  • -

Diffidate dei soli approfittatori malintenzionati

malintenzionatiQualche studio di “professionisti” sta chiamando a casa soci Popolare di Vicenza per chiedere la firma di mandati personali.

L’associazione vi contatterà solo tramite l’ufficio, come al solito.

Diffidate dei soliti approfittatori malintenzionati.