Monthly Archives: maggio 2018

Lettere dalla SGA S.p.a.

A TUTTI GLI AZIONISTI delle BANCHE VENETE: se avete ricevuto una lettera dalla SGA spa, contattateci con URGENZA via tel al 392-5759511 o email a info@noichecredevamo.com


La delegazione di Noi che credevamo…non scende a Roma da Conte


La delegazione dell’associazione di risparmiatori più numerosa d’Italia non scende a Roma da Conte oggi.
Vogliamo dare un segnale forte.
Questo è sicuramente un momento importante per il paese, ma assolutamente delicato per i risparmiatori dove le decisioni del nuovo Governo sono fondamentali per ristabilire equità e dignità.
Scenderemo a Roma quando l’euforia di insediamento lascerà il posto a proposte e confronto, troppi i nodi ancora da sciogliere seppur crediamo nell’impegno di Salvini ad oggi incontrato più volte sia direttamente che tramite suoi delegati, ma molte e non tutte ancora trasparenti sono le anime che compongono la maggioranza.
Auguriamo buon lavoro a Conte e attendiamo inviti ufficiali alla soluzione di una crisi enorme che ha colpito il nord e molti cittadini aziende e risparmiatori.

Luigi Ugone, presidente Noi che credevamo …


I vagiti del nato MORTO

L’ormai decaduto Ministro Padoan insieme al suo fido sottosegretario Baretta si stanno, in queste ore, preparando ad emanare decreti attuativi per un Fondo pro-risparmiatori truffati che è nato morto.

Il Fondo, infatti, voluto dal Governo PD, esiste già dal 2006 per i casi Parmalat e Argentina e non ha distribuito un euro a nessuno. E’ stato oggi rispolverato e riportato in auge con lo scopo di risolvere i problemi ai risparmiatori delle banche azzerate.

Un Fondo che non ha mai risarcito un soldo in più di un decennio, non lo distribuirà certo oggi. Siamo stanchi di chi usa posizioni istituzionali per vendere false speranze a cittadini onesti che rivendicano solo i propri diritti.

Il fondo è nato morto.

Fermate il Ministro decaduto, fermate Padoan, fermate i decreti attuativi !!!


Positivo incontro di oggi con i delegati della Lega

Dopo mesi di sensibilizzazione da parte delle associazioni libere come la nostra, finalmente esiste una volontà politica di voler migliorare la struttura del Fondo a favore dei risparmiatori.

Missione impegnativa che richiede la coesione e più senso di responsabilità di tutte le parti sociali, le associazioni, le attività commerciali e produttive.

Legati al nostro senso di responsabilità, siamo convinti che un buon risultato sia oggi possibile.


Oggi incontro con delegati Lega

Dopo l’incontro con Salvini, l’associazione “Noi che credevamo…” oggi, verso le 19:00, incontra alcuni delegati della Lega per discutere i punti di un nuovo Fondo più ampio per i risparmiatori delle banche che riguardi non solo le persone fisiche ma anche le attività commerciali e le aziende incappate in questa vicenda.


Sequestri

Category : Comunicati stampa

Informiamo che in queste ore è stato concesso agli avvocati che rappresentano i nostri associati nel processo penale iniziato a Vicenza un sequestro conservativo nei confronti di Pellegrini…Piazzetta…Giustini, Marin, Zigliotto … Zonin per un importo oltre i 25 milioni di euro che riguarda beni mobili ed immobili tra cui citiamo:
Quota società Zonin Giovanni oggi 1821
Quota tenuta Rocca di Montemassi…
Immobili in Vicenza e Montebello
Immobili a Longare a Pederobba
Ecc…
Ci auguriamo che ora il processo proceda con celerità per arrivare ad una decisione che, come auspichiamo, accerti le responsabilità, condanni i responsabili e ridia ai risparmiatori la dignità che è stata loro levata.


Fermateli! la schizzofrenia corre nei social a danno dai risparmiatori delle banche

Category : Comunicati stampa

Questi i due post che pubblichiamo… stesso soggetto stessa associazione che in due post a poco tempo uno dall’altra smentisce se stessa.
Fermate le associazioni filo-governative…. che dicono tutto e il suo contrario in pochi giorni e i media ne tacciono le contraddizioni !!!

-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o-o


Pierpaolo “Fantozzi” Baretta e il fondo pro-ZONIN

Come si evince da questa intervista pubblicata…dell’ormai ex-sottosegretario all’economia Pierpaolo (Fantozzi) Baretta sulla natura ideologica del fondo di ristoro… posto che tale fondo non garantisce niente e nessuno… dalle poche righe che riportiamo pubblicate riusciamo ad intuire la volontà di chi lo ha istituito.

Per accedervi infatti bisogna rinunciare alle cause… rinunciare quindi a fare chiarezza e verità su una vicenda oscura e distruttiva per migliaia di famiglie e che ha spolpato l’economia di un intera regione…

Questo dogma di rinuncia alle cause fa solamente e sempre più chiaramente il gioco degli imputati al processo penale in corso… ZONIN e soci quindi…

Carissimo sottosegretario il suo mandato è finito da mesi… fermi questo scempio di fondo che distribuisce spiccioli e favorisce l’omertà.


Il FONDO del Marchese del Grillo

Category : Comunicati stampa

Molti ricorderanno il film…. in una delle sue scene più significative il Marchese gettava monete bollenti dal balcone alla folla affamata…
Bene, oggi le istituzioni italiane si comportano esattamente così con i risparmiatori truffati delle Banche Venete.
In una nota che alleghiamo infatti il sottosegretario Baretta promuove e descrive l’accesso al fondo rimborsi che lui e lo scorso governo PD hanno architettato … sottolineando come sia un fondo dove chi primo arriva meglio alloggia.

Ora le domanda che da cittadino mi pongo:
Può un’ istituzione dopo aver confutato … perché tutta la politica oggi lo afferma che i risparmiatori sono stati truffati, dare vita ad un fondo dove si risarcisce solo chi prima arriva… le vittime quindi non hanno più una tutela nella loro generalità ma solo nella fascia temporale…

Proprio come il Marchese che gettando monete calde dal balcone aiutava ma bruciava le mani solo ai primi incoscienti, vittime che si gettavano disperati sull’elemosina !

Frasi e Fondi inaccettabili per noi da parte di un istituzione che dovrebbe E DEVE rappresentare e tutelare tutti…

“NOI CHE CREDEVAMO…” RINNEGHIAMO QUESTO FINTO FONDO E QUESTI PERSONAGGINI VESTITI DA ISTITUZIONI !
INVITIAMO LA POLITICA A FERMARE QUESTA COMMEDIA CHE VA AVANTI GRAZIE ANCHE AD ALCUNE ASSOCIAZIONI FILO-GOVERNATIVE.
CHIEDIAMO UNA SOLUZIONE SERIA  PER TUTTI I RISPARMIATORI TRUFFATI…TUTTI !

NON TACEREMO LA VERITÀ E NON SMETTEREMO DI LOTTARE PER LA GIUSTIZIA…..
VINCERE NON È FACILE, MA È POSSIBILE !!!