Comunicato stampa del 21 feb 2017

  • -

Comunicato stampa del 21 feb 2017

Incontro con il rappresentante del Governo, sottosegretario On. Pier Paolo Baretta

Doveroso incontro oggi con il sottosegretario On. Baretta nel quale abbiamo affrontato diversi aspetti dal rilancio della banca e del territorio a una doverosa azione di responsabilità verso tutti i soggetti che hanno traghettato l’Istituto alla disastrosa situazione attuale. Con la specifica nostra richiesta di valutare le responsabilità, oltre che dell’amministrazione Zonin, anche dell’ex amministratore delegato Francesco Iorio e del suo c.d.a. fino ad arrivare a un’azione di ristoro vera e dignitosa per tutti i risparmiatori che all’interno dell’Istituto hanno investito i risparmi di una vita. Il sottosegretario ha accettato l’invito a partecipare a una delle prossime assemblee.


  • -

VINCE IL NO E IORIO SI DIMETTE. Amen.

All’alba del giorno della vittoria del NO l’A.D. di Popolare di Vicenza, Iorio-Schettino si dimette.

“Strana coicidenza”! L’uomo che, arrivato alla dirigenza di Popolare di Vicenza nel 2015 favoleggiava di un 2016 di rilancio e di nuovi utili annunciando un piano industriale di rinnovamento grazie alla SPA e di nuova valorizzazione e solo 500 esuberi del personale tra margherite e cavalli bianchi.

Lo Schettino di Popolare di Vicenza: la Banca sta affondando come è affondata la Costa Concordia, ma lui nega l’evidenza. Caro Iorio ci dispiace. La favola è finita. Non ci abbiamo mai creduto e ora non ci crede neanche Lei.


  • -